Aquile Molfetta da appalusi, ma la Coppa Italia è dell’Eur Massimo

283

Aquile MolfettaSvanisce ad un passo dal traguardo il sogno della Coppa Italia di B per le Aquile Molfetta, sconfitte in finale 4-3 dall’Eur Massimo nella finale del Pala Savelli di Porto San Giorgio.

Rutigliani deve fare a meno dello squalificato Ortiz e dell’infortunato Antonio Di Benedetto, oltre a Rubio e Pedone in non perfette condizioni. Una puntata d’improvviso di Savi buca Lopopolo per il vantaggio laziale. Molfettesi che faticano a trovare la formula giusta per scardinare il fortino avversario. Dell’Olio non gira a rete una imbucata di Murolo poco prima dell’intervallo. Si riparte con il Molfetta a caccia del pari e l’Eur Massimo difficile da superare in fase difensiva. Castro centra il palo, poco dopo è decisivo Lopopolo su Locchi. Il raddoppio arriva poco prima del 6’ con Fabozzi, un minuto e mezzo dopo Merlonghi sul secondo palo spinge in rete la punizione di Bacaro. Reyno prova la reazione per le Aquile, ma Merlonghi ricaccia gli avversari con la doppietta personale che vale il 4-1. Rutigliani getta nella mischia Murolo quinto di movimento, Barbolla va in gol, poi ci pensa capitan Pedone ad infilare Barigelli per l’incredibile 4-3 che riapre i giochi a 2 minuti dalla fine. A 23 secondi dalla sirena Rubio centra il palo, è l’ultimo sussulto prima del suono della sirena che manda in estasi l’Eur Massimo. Aquile Molfetta sconfitte, ma autrici di una Final Eight da autentici protagonisti.