Polisportiva Bitonto attiva sul mercato, altre due operazioni concluse

149

Non smette di rinforzare il proprio organico la Polisportiva Bitonto Femminile che negli ultimi giorni ha concluso altre due operazioni di mercato in vista dell’esordio assoluto nel campionato di Serie A2.

Procedendo in rigoroso ordine temporale, il sodalizio neroverde ha ufficializzato l’acquisto di Filomena Othmani (in foto). Centrale nativa di Eboli, classe ’94, Othmani ha vestito le maglie di Sporting Vittoria (A2), Padova (A) e Virtus Ragusa contribuendo alla doppia promozione dalla C alla Serie A delle siciliane, vincendo anche una Coppa Italia. “Mi ha spinto nel venire qui il progetto ambizioso – racconta Othmani – a me piacciono le sfide e mettermi sempre in gioco anche se ormai ho già militato in A2, ma fa sempre piacere. Qui posso dare tutta me stessa e trascinare le ragazze dove meritano. Il mister non lo conosco ma me ne hanno parlato bene – conclude – e devo dire subito che mi ha fatto una buona impressione, anche se si vedrà tutto in campo”.

Una conferma invece è quella che vede protagonista Angela Pantaleo anche per la prossima stagione con la maglia del Bitonto. “Sono innanzitutto grata al presidente e tutta la società che mi hanno offerto la possibilità di continuare a sposare un progetto serio e ambizioso come quello della A2 – dichiara la Pantaleo – permettendomi di fare un salto di qualità. Si percepisce l’entusiasmo di un gruppo che ha voglia di lavorare e sacrificarsi per arrivare al meglio al debutto stagionale. Insomma i presupposti per fare bene ci sono tutti. In una squadra non dovrebbero esistere “rincalzi” ognuno nelle sue possibilità dovrebbe dare tutto per puntare dritto all’obiettivo. Il bello di questo sport è che si può essere importanti anche giocando un solo minuto. Io sono a disposizione del mister e delle compagne e cercherò di dare il massimo sempre. La scelta di mister Pannarale come guida tecnica è stato un motivo in più che mi ha spinto a restare. Avevo sentito parlare molto bene e le sensazioni infatti sono molto positive. Attento alla parte tecnica e quella umana – conclude la Pantaleo – con uno sguardo rivolto dalla prima all’ultima componente della squadra. Il mister giusto per questo gruppo”.