Bitonto Futsal Club: grandi manovre in vista della prossima C2

232

In attesa di conoscere quella che sarà la composizione dei gironi del prossimo campionato di Serie C2 regionale, c’è una società in particolare che sta catturando la scena grazie ad importanti mosse di mercato. Stiamo parlando del Bitonto Futsal Club 2018.

In panchina ci sarà Vincenzo Oreste, tecnico quarantaduenne di Bari, in passato alla guida dell’Atletico Bitonto, che si è detto impressionato dalla società, “perché conoscere imprenditori così giovani disposti ad investire nello sport, e più nello specifico, nel calcio a 5, non è affatto semplice. La volontà della dirigenza è stata chiara, ottenere qualcosa di importante. Io mi auguro di festeggiare insieme ai miei ragazzi a fine stagione“.

Capitolo roster. Tra i pali di sarà Giorgio Papa, classe ’94 ma con già alle spalle numerose esperienze nel futsal pugliese, su tutte quella con il Cassano in C1 con cui riuscì a conquistare campionato, coppa e supercoppa. Insieme a Papa, completerà la batteria di portieri il giovanissimo Davide Schettini, classe 1999.
A proposito di calcettisti giovani, comporranno la rosa a disposizione di mister Oreste anche i due bitontini Roberto Tarantino (1996) e Giuseppe Caldarola (1995), entrambi laterali.
Non solo nuove leve però per la giovane società, che ha anche piazzato tre grandissimi colpi di mercato per la categoria. Il primo risponde al nome di Enzo Antuofermo, pivot classe 1989 che con le maglie di Giovinazzo, Molfetta, Ruvo e Dream Team Palo ha calcato i più importanti parquet della Puglia. Dal Dream Team Palo arriva anche Francesco Catucci, 31 reti in 30 gare disputate lo scorso anno, classe 1992 ed originario di Bitonto, che sarà la sua nuova casa anche sportivamente parlando.
Il terzo colpo messo a segno dal diesse Cozzella è invece Cacau Barbosa, dal 2009 in Italia e protagonista di stagioni importanti con le maglie di Matera e Cassano in Serie B. Barbosa rappresenta un autentico lusso per la categoria e sarà la punta di diamante del roster dei bitontini. Il giocatore italo brasiliano, nella sua prima intervista ufficiale spiega i motivi della sua scelta: “E’ stata una scelta facile la mia. Sono rimasto molto colpito dalla serietà e dalla competenza della dirigenza, ma sopratutto dal progetto presentatomi. Un progetto che davvero farebbe gola a qualsiasi giocatore. A disposizione dei miei compagni di squadra, metterò tutta la mia esperienza. Dobbiamo essere un gruppo e mettere la squadra e non il singolo al primo posto. Solo così potremo raggiungere i nostri obiettivi. Io sono pronto”.