Futsal Capurso, missione compiuta: a Salerno ottenuta la permanenza in B

93

SALERNO – Una Futsal Capurso bella a metà, “basta” per uscire indenne dal PalaTulimieri di Salerno ed avere la matematica permanenza in B per quella che sarà la quinta stagione tra i cadetti. Quattro a quattro il punteggio finale. Per gli ospiti brutta la prima frazione, chiusa sotto di una rete. Meglio la ripresa, con i bulldog che ribaltano la situazione, sino a portarsi sul 4 a 2 a tre minuti dal termine. Nel finale, però, la “verve” amaranto porta al 4 a 4 a venti secondi dal termine.

LE SCELTE DEI MISTER – Frisone é il ko dell’ultima ora. Tra i pali Marco Ritorno. Oltre ai soliti noti, out anche Pavone e Biacino, con Squillace che ha la rosa ridotta all’osso. Dall’inizio Zerbini, Garofalo, Campagna e Corona.
Abbondanza invece per Cocchia che sceglie Carpentieri, Galinanes, Spisso, Vuolo e Joel.

PRIMO TEMPO – Zerbini premia subito l’inserimento di Campagna. Tiro, che termina a lato. La partita non è bella, il Salerno ha più possesso ma senza creare grossi pericoli, almeno sino, al settimo minuto, momento nel quale il match si sblocca. Franco Enrique calcia da fuori, Ritorno respinge, sulla palla si avventa Vuolo per il goal dell’uno a zero. Vantaggio che dura poco. Assist dalla sinistra di Zerbini per Garofalo appostato sul secondo palo che realizza il goal del pari. A cinque dal termine, “numero” di Spisso che colpisce un legno a Ritorno battuto. Ritorno, che si supera a tre minuti dal duplice fischio, nel fermare una conclusione pericolosa di Joel. A due dal termine, l’Alma legittima il suo forcing cpn una rete su sviluppi di corner. Spisso serve Franco Martinez che porta le squadre su 2 a 1. Rete che manda le squadre al riposo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia nel migliore dei modi per i bulldog che entrano con più voglia e pareggiano subito. Corner da sinistra di Garofalo che premia l’inserimento di Demola che realizza il due a due. Il pari serve a poco ai padroni di casa e mister Cocchia, dopo una fase di stallo della partita, prova a vincerla a sette minuti dalla fine giocandosi la carta del quinto di movimento. Rischio, che porta giovamento al Capurso, ed in particolare a Garofalo, che conquista la sfera nella propria metà campo e realizza a porta sguarnita. Stesso copione, cambia solo l’interprete, con Ritorno che intercetta e con una bella palombella realizza il 2 a 4. Finita? Macché. L’Alma rientra con Joel che riapre il match. Ad un minuto e trenta, serve un super Ritorno sulla sventagliata da fuori di Spisso. Il pari é nell’aria ed arriva puntuale a venti secondi dalla fine, con i bulldog che da corner si perdono Nigro, che chiude la sfida sul 4 a 4 finale.