Sefa Molfetta, scoppiettante 4-4 con il Real San Giuseppe

51

Girandola di emozioni al Palasport di Terzigno tra Aquile Molfetta e Real San Giuseppe. Molfettesi partiti molto bene contro una squadra che sicuramente sarà candidata alla vittoria del girone.

PRIMO TEMPO – Il quintetto iniziale scelto da mister Rutigliani è composto da: Stasi, Pedone, Ortiz, Antonio Di Benedetto e Muoio. Partono meglio i padroni di casa: Altomare si gira e sigla subito il vantaggio al 2’. Real San Giuseppe preme sull’acceleratore provando il raddoppio ma prima Altomare spedisce il pallone fuori e poi capitan Suarato colpisce in pieno la traversa da banda destra. La reazione delle Aquile Molfetta non si fa attendere ma Canonico risponde presente sui tentativi di Ortiz e Dell’Olio. Il pareggio è nell’aria e proprio “speedy gonzalez” Silvio Dell’Olio colpisce: gran goal correndo ad abbracciare la tifoseria organizzata del sestoincampo presente. Real San Giuseppe commette diversi falli e Capitan Suarato viene espulso per doppia ammonizione con conseguente sesto fallo, dalla lunetta Ortiz al 13’35’’ con freddezza porta in vantaggio i biancorossi. Dopo meno di 2’ Botta commetta ancora fallo, Ortiz senza problemi sigla la sua doppietta personale ancora da tiro libero. L’ultimo tentativo è ancora di Ortiz ma Canonico non si fa sorprendere.

SECONDO TEMPO – Ripresa di gioco in cui i campani cercando subito il goal ma Ghiotti colpisce un palo clamoroso. Bico Pelentir accorcia lo svantaggio con un goal di rara bellezza siglando il 2-3. Il PalaSport di Terzigno diventa una bolgia ma Stasi prima è attento sul tentativo di Borriello ma non può nulla sulla puntata meravigliosa di Pelentir, dall’out di destra, che sigla la sua doppietta personale. Sul punteggio di 3-3, la reazione dei molfettesi è immediata ma Muoio coglie la traversa dopo l’ennesimo intervento di Canonico, il Real San Giuseppe da azione di calcio d’angolo si porta in vantaggio con Botta al 9’11’’. Aquile Molfetta, nonostante lo svantaggio, hanno una reazione immediata e con grande personalità siglano la rete del pareggio alla prima azione utile con Murolo all’11’, assistito in maniera perfetta da Ortiz. Entrambe le squadre non si accontentato e cercano in tutti i modi di trovare il vantaggio ma da una parte Stasi compie un grande intervento su Calabrese e dall’altra Ghiotti salva sulla linea di porta il tentativo di Antonio Murolo. Gli ultimi tentativi sono dei campani ma Stasi compie l’ennesimo miracolo di giornata su Calabrese e successivamente Pelentir coglie il palo esterno.

Domenico Introna